Granigliatrici - Sabbiatrici - Pallinatrici

  • italiano
  • english
  • deutsch
  • français
  • español
  • português

COGEIM è anche su:

Certificazioni

IQNET ICIM ACCREDIA QR-Code

Il processo di Sabbiatura

La sabbiatura dell'alluminio, del ferro e dell'acciaio

La sabbiatura dei metalli è il procedimento meccanico, che permette di ripulire la superficie di un manufatto metallico da residui ed incrostazioni corrosive, raggiungendo una finitura in grado di assicurare un ancoraggio idoneo ed adeguato per i successivi trattamenti di verniciatura ed applicazione di rivestimenti protettivi. 

In genere la sabbiatura viene realizzata prima di completare, con il trattamento di verniciatura, un ciclo di lavorazione di pezzi: il procedimento permette di rimuovere ed eliminare, tramite un getto di sabbia ed aria, lanciato a grande velocità e pressione molto elevata, impurità e scorie corrosive: vernici, calcificazioni di ruggine, ossidi, calamina. La sabbiatura dei metalli restituisce al manufatto l'aspetto che esso aveva prima che la superficie venisse alterata e modificata dall'ossidazione e dalla corrosione della superficie. 

Il procedimento di sabbiatura viene realizzato impiegando la graniglia, costituita da masse inerti, di forma irregolare ed angolosa, come per esempio la graniglia al quarzo e gli abrasivi metallici. La dimensione, la forma e il tipo di graniglia impiegata dipende dal materiale che deve essere sottoposto al trattamento: più dura sarà la superficie da trattare, più grandi saranno le dimensioni dell'abrasivo da utilizzare per il procedimento. Aumentando le dimensioni della graniglia, infatti, cresce anche l'impatto dell'abrasivo sulla superficie da trattare. 

La sabbiatura dell'alluminio

La sabbiatura dell'alluminio è il procedimento più efficace per preparare le superfici ai successivi trattamenti di verniciatura o all'applicazione di uno strato protettivo anti-corrosivo. Il trattamento consiste nel lancio, a grande velocità ed elevata pressione, di graniglie d'acciaio contro la superficie di alluminio da trattare. Lo scopo è garantire alla superficie la massima omogeneità e la rimozione dei difetti superficiali.

L'alluminio è una delle leghe metalliche più duttili e leggere, utilizzate soprattutto in campo industriale. Per questo motivo, per aumentare la resistenza della superficie alla corrosione, rafforzare la resistenza all'usura e all'abrasione e dare maggiore durezza alla superficie, è necessario sottoporre il pezzo ad un procedimento di sabbiatura dell'alluminio, che rimuova dalla superficie tutto ciò che è estraneo alla sua natura metallica chimicamente intesa. Sulle superfici in alluminio possono, infatti, depositarsi:

  • ossidi e sali;
  • ruggine;
  • calamina;
  • tracce di vecchie pitturazioni;
  • altre sostanze estranee.

Questi agenti corrosivi, creando con la loro presenza strati intermedi tra il metallo vero e proprio ed il film antiruggine, poco stabile e aderente, può compromettere l'efficacia dello strato protettivo sucessivamente applicato. Una volta completata la sabbiatura dell'alluminio, la superficie metallica presenterà una base di ancoraggio compatibile e idonea ai successivi rivestimenti protettivi.

La Sabbiatura del Ferro

La sabbiatura del ferro è un trattamento di tipo meccanico che appartiene al ciclo di lavorazione dei manufatti metallici. Il procedimento consiste nella rimozione di scorie e agenti corrosivi, come ossidi, calicificazioni, tracce di vernici, rivestimenti plastici o galvanici, la cui presenza, col trascorrere del tempo, rischia di minare la resistenza della superficie di ferro all'usura e all'abrasione. 

Una volta portato a termine il procedimento di sabbiatura meccanica, la superficie di ferro appare completamente omogenea e pulita, con un grado di rugosità idoneo e adeguato all'applicazione dei successivi rivestimenti protettivi e al trattamento di verniciatura della superficie. 

Il trattamento di sabbiatura del ferro viene realizzata tramite granigliatrici-sabbiatrici, che sfruttano la potenza di un getto di abrasivi, scagliati contro la superficie ad una velocità ed una pressione molto elevate: si tratta di sabbia ed acqua o di graniglie metalliche. Il getto, direzionato contro la superficie da trattare, rimuove per urto e abrasione gli agenti corrosivi ed incrostanti, ripulendo la superficie di ferro. A procedura conclusa la superficie di ferro sarà ruvida e rugosa, idonea, dunque, per trattenere vernici o collanti anti-corrosione applicati nelle fasi conclusive di lavorazione del manufatto. 

Oltre al ferro, è possibile sottoporre a sabbiatura anche alluminio, acciaio e altri metalli.

La Sabbiatura dell'Acciaio

La sabbiatura dell'acciaio è il trattamento meccanico che consente di rimuovere dalla superficie i residui corrosivi che, una volta terminato il ciclo di lavorazione del manufatto, potrebbero rischiare di ridurre l'efficacia della verniciatura finale e la resistenza della copertura anti-corrosione applicata alla superficie. 

I principali fattori che influiscono sul grado di resistenza all'usura e all'abrasione dell'acciaio sono:

  • la presenza di ruggine;
  • l'azione corrosiva esercitata da scorie e residui di laminazione
  • la presenza di impurità e residui come la polvere, l'olio e il grasso. 

L'acciaio è da sempre apprezzato, tra le leghe, per la sua resistenza alla corrosione e all'usura, i nemici più temibili di tutti i metalli: questa capacità, tuttavia, non esclude comunque l'eventualità che l'acciaio possa reggere, dovunque e a qualunque condizione, all'azione corrosiva innescata dai fenomeni noti con il nome di "corrosione".

La resistenza dell'acciaio all'azione logorante della corrosione dipende dalla combinazione di differenti fattori, fra cui:

  • l'ambiente in cui l'acciaio viene collocato;
  • i processi di lavorazione cui viene sottoposto il manufatto; 
  • il tipo di materiale con cui la superficie entra in contatto. 

Di norma il grado di resistenza dell'acciaio all'usura e alla corrosione dipende dalla rugosità della superficie: il procedimento di sabbiatura, oltre ad eliminare eventuali tracce di agenti corrosivi, agisce accrescendo la ruvidezza superficiale e, quindi, migliorando la capacità dell'acciaio di combattere il processo di corrosione, responsabile di ridurre l'efficacia prottetiva dei successivi rivestimenti anti-corrosione che saranno successivamente applicati sulla superficie. 

La sabbiatura dell'acciaio si fonda su un meccanismo per il quale la graniglia metallica viene scagliata, a grande velocità e pressione elevata, contro la superficie del pezzo che deve essere trattato: una volta completato il trattamento, saranno rimosse dalla superficie tutte le tracce di corrosione e incrostazione presenti. 

 

COGEIM EUROPE SRL • Granigliatrici - Sabbiatrici - Pallinatrici
Via Villapia, 9/11 20010 Casorezzo (MI) Italy
Tel. +39 02 9032261 - Fax +39 02 90296850 - E-mail info@cogeim.it
P.IVA 02400760126 - © 2019 Tutti i diritti riservati
Privacy e Cookie policy
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI